Sei Shonagon, Caratteristiche piacevoli delle varie stagioni

[...] D'inverno, il primo mattino: bellissimo, inutile dirlo, quando cade la neve. Bello è anche il candore della brina; oppure, oltre a questo, riattizzare il fuoco rapidamente, quando il freddo è più intenso e attraversare le sale portando il carbone. E' anche piacevole verso mezzogiorno, quando l'ambiente si è intiepidito, vedere il fuoco del braciere, non più alimentato, ridursi a bianca cenere.

foto di neve* sottile

Se fuori non si può giocare

Se le radiazioni fanno male proviamo a diventare libellula e volare.  "Abita" i suoi sogni di carta e colori è il miglior film di animazione all' Uranium Film Festival di Rio de Janeiro edizione 2013.

                                               Di Shoko Hara e Paul Brenner.



Con un pizzico di Giappone è santa colazione!

Caffè nero bollente,  biscotti alla cannella, crostino di pane burro e mirtilli,  hiyoko (il dolce a forma di pulcino ripieno di un impasto di fagioli rossi ) e kit kat al te' verde.  Così, per iniziare la giornata come si deve.

Foto di neve*sottile

D'inverno i rami

D'inverno i rami si coprono d'oro.  
E' iniziato un nuovo anno. Speriamo sia un anno nuovo.

Foto di neve*sottile

Introduzione al tè verde giapponese

Quanti tipi di tè esistono? Troppi ad un primo sguardo. In realtà anche ad un secondo.


foto di neve*sottile
Cominciamo col dire che la bevanda del tè,  si ricava tutta da un'unica pianta - la camellia sinensis
Ciò che distingue il tipo di tè è il metodo di coltivazione, di raccolta e lavorazione e soprattutto una cosa, l'ossidazione delle foglie. Un tè ossidato è nero, non ossidato o parzialmente ossidato è di un altro colore.
Il mondo si divide in chi beve tè nero (a colazione, a merenda, quando sta male) e lo aggiusta con latte, zucchero, miele, spezie e limone e il resto del mondo che beve  tè di altri colori, in genere, verde, e non ci aggiunge niente. 
Per intenderci gli english breakfast, gli assam, i darjeeling,  i ceylon sono tutti tè neri o miscele di tè neri, dal sapore intenso e forte, ottenuti dalle foglie del tè raccolte e lasciate ossidare in vario modo e più o meno completamente.  Tutti gli altri tè sono verdi, blu-verdi, bianchi, gialli, o anche rossi. 

Fatta questa prima distinzione, quanti tipi di tè verde ci sono? Provo a classificare in maniera grossolana i tè verdi giapponesi,  tralasciando gli altri, i cinesi ad esempio e aiutandomi con un'introduzione presa in una famosa "torrefazione" del quartiere Yanaka di Tokyo, dove mi sono rifornita di Sencha e Genmaicha lo scorso mese.

Queste le principali varietà di tè coltivate in Giappone e come gustarle al meglio.  Mi raccomando di rispettare i tempi di infusione e le temperature per evitare una "ciofeca" amara :)

煎茶 Sencha - il più coltivato e popolare tè verde. Rappresenta la stragrande maggioranza della produzione giapponese. E' il più bevuto e in genere il primo approccio al mondo dei tè verdi.  Ne esistono infinite varietà e qualità. Coltivazione in pieno sole. Sapore molto bilanciato. Uno o due cucchiaini a persona, 80-90° 1 minuto di infusione.
茎茶 Kukicha - tè ricavato dagli steli anzichè dalle foglie. Sapore molto verde. Acqua 80-90°, 1 minuto di infusione
玉露  Gyokuro -tè ottenuto da un procedimento speciale per enfatizzare gusto e aroma particolarmente dolci.  Detto anche te d'ombra perchè prima della raccolta si usa coprirlo per evitare che i raggi del sole colpiscano le piante e per fare in modo che aumenti la produzione di clorofilla. Elevato contenuto di caffeina. Tra i tè più pregiati e cari.  Acqua 50-60° infusione 2 minuti.
 焙じ茶 Hojicha - Sapore tostato, dal leggero aroma di caramello. Coltivazione in pieno sole.  Tè povero di tannini e caffeina, e perciò adatto ad anziani e bambini.  Indicato per pasteggiare perchè sembra aiuti la digestione.  Acqua 100°, 15 secondi di infusione.
玄米茶 Genmaicha - Miscela di foglie di tè sencha a riso integrale tostato. Il tè dei poveri. Sapore intenso ed aromatico. Tra i tè verdi il mio preferito. Acqua 100°, infusione 15 secondi.
Oolongcha - Tè cinese semi ossidato. In Giappone si beve preferibilmente freddo. Molto popolare d'estate. Nella pronuncia giapponese è Uroncha :)
Sanpincha - tè verde al gelsomino,  il tè di Okinawa e delle isole Ryukyu. Si ottiene da una miscela di sencha e fiori di gelsomino.
抹茶 Matcha  il re dei tè giapponesi, il più antico, il tradizionale utilizzato nella cerimonia del tè, il più difficile da preparare e gustare.  Tè d'ombra con un colore verde brillante.  Dopo il raccolto le foglie vengono essicate e macinate.  Si presenta in polvere finissima e ha un sapore deciso e consistenza densa.  Si sposa bene con i dolci tipici giapponesi e oggi nella preparazione di bevande e desserts. Molto caro.



Discorso sulla servitù volontaria

L'uomo di corte è senza dubbio l'essere più singolare di cui la specie umana disponga.
E anche tra i più diffusi. Lettura sferzante.

Più riguardo a Discorso sulla servitù volontaria