Kathmandu, rosticceria nepalese a via Buonarroti



Pranzare seduti e spendere meno di cinque euro a Roma? Difficile ma ancora possibile. 
Una volta andavo volentieri da Roscioli  a via Buonarroti. In genere di sabato e ci andavo per l'ottima pasta e fagioli, che accompagnavo con un bicchiere di vino e da qualche striscia di pizza bianca, di quella fatta come si deve,  calda, morbida ma pure scrocchiarella, e lucida di olio e sale.
Da un po' di tempo però ho tradito lo storico forno perchè nonostante la bontà dei piatti, il servizio veloce e pure attento,  spendere dodici, tredici euro a pranzo per un piatto unico spesso di verdure, due strisce di bianca e un bicchiere di vino mi sembra esagerato.
Ho tradito Roscioli per il civico successivo dove c'è Kathmandu, rosticceria nepalese con tavolini  che propone piatti unici di curry con o senza riso, vegetariani e non, più una serie di altre specialità che pescano dalla tradizione indiana, che rispetto alla cucina nepalese è meno speziata.  I prezzi concorrenziali, la qualità è più che discreta e il cibo è sempre fresco.
Frequentato da una moltitudine piacevolmente multietnica come da copione per piazza Vittorio.
Il mio piatto preferito è il curry vegetariano: riso jasmine bianco con verdure miste, ceci e lenticchie --> 4 euro servito su una tovaglietta con la bandiera e la carta geografica del Nepal.  Abbondante e moderatamente speziato.  Sazia e contenta.
Servono anche il kebab.

Kathamandu, rosticceria nepalese
Via Buonarroti 38 - Roma



Raccontami una storia



E' iniziata ieri sera la quinta edizione del Festival Internazionale di Storytelling, Raccontami una storia. Quattro giorni di storie prendono vita dalla voce e dai corpi di cantastorie di tutto il mondo.
Storie di uccelli innamorati, di contadini che disegnano visi di bimbi vicino a una fonte, della noia prima della creazione del mondo, della morte che abita una caverna ma che tutte le sere si siede intorno al fuoco per ascoltare i racconti del villaggio, di cavalli e scintille che ridonano la vista. Storie antiche, moderne, storie di montagne e fiumi, di viaggi, paesi e uomini. Storie per chi vuole ascoltare e condividere. 
Quattro intensi giorni di spettacoli, workshop, musica e convegni sullo storytelling,  tecnica e improvvisazione per imparare a  raccontare in maniera sempre diversa e nuova la vita.
Visto il carattere internazionale dei partecipanti tutti gli spettacoli sono in italiano e inglese. 
Fino a domenica 23 giugno nel Parco Regionale dell'Appia Antica, negli spazi dell'ex Cartiera Latina.
Il fitto programma  sul sito del Festival  e sulla pagina Facebook.  



Solstizio d'estate


E la chiamano estate. Benvenuta estate.

Con il sari rosa



Altro libro liberato, altro libro in viaggio con il Bcid 658-11960628.Lasciato all' interno del nuovo mercato di Testaccio accanto al box nr 15, panchina di Mordi & Vai.

Libri in viaggio



Ho liberato il mio primo libro su una panchina del Big Bambu, quel ciuffo biondo che si innalza scapigliato sulle rive del Tevere al Macro di Testaccio.
L'ho lasciato un pomeriggio di vento, convinta che oltre a spingere le nuvole abbia aiutato il mio libro ad iniziare il suo viaggio.
Così come da regolamento del bookcrossing chi lo incontra  lo riconosce dall'etichetta  BCID: 925-11960687.


La cena

Più riguardo a La cena



Il cambio di prospettiva e la storia strutturata come le portate della cena nel ristorante di lusso dove due coppie della borghesia olandese si ritrovano per affrontare del futuro della rispettiva prole funzionano, ma non bastano a mantenere le promesse della quarta di copertina. "La cena", vorrebbe scandalizzare ma si scioglie come il dessert di Serge a fine serata. Il maitre con il mignolo rimane il personaggio meglio tratteggiato del libro, che ha l'unico pregio di farsi leggere velocemente.

#Libro in viaggio con il codice BCID: 996-11960656

Hermann Koch
  • Brossura 288 Pages
  • ISBN-10: 8865590017
  • ISBN-13: 9788865590010
  • Editore: BEAT (Biblioteca editori associati di tascabili, 20)
  • Publish date: 2011-01-01