Agriturismo Tenuta di Corbara



Ad appena un'ora da Roma, la tenuta di Corbara è immensa e bella con le sue colline coltivate a uva. La tenuta agricola coltiva, produce e vende vino, olio e miele soprattutto. 

Il paesaggio è rilassante (se non si guarda dalla parte della diga di Corbara che a me mette ansia), e rappresenta una formidabile base di partenza per l'esplorazione dell'Umbria e dell'alto Lazio. Infatti le cittadine di Civitella del Lago, Orvieto, Todi sono tutte a poca distanza. 

Ho passato un fine settimana alla tenuta prendendo una camera con uno smartbox in scadenza e che secondo il sito smartbox era già scaduto.  Ma questa è un'altra storia.
Le camere sono ospitate in due edifici: al Caio, il podere centrale della tenuta di Corbara con ristorante e piscina e al podere Ponticello, il primo casale che si incontra entrando  ancora prima della reception. 
Niente da dire sulla gentilezza del personale incontrato. 

Non mi è piaciuta invece la stanza assegnata che essendo al piano terra era umida, buia, piuttosto angusta e con un bagno per niente adeguato. L'arredamento semplice ed essenziale e in sintonia con il casale e il restauro conservativo (carina la biancheria da camera in stile country). Il bagno ricavato è cieco, la disposizione dei sanitari un disastro. Se siedi sul water fai attenzione che non ci sia nessuno nella doccia :) 

Fuori il podere Ponticello c'è una piccola piscina fuori terra. Che va bene però solo se si è in due o in massimo quattro ospiti.  Di più no.  Ben diversa è invece la piscina centrale, quella del podere Caio, abbastanza grande e dalla quale si ammira la rocca di Orvieto (meglio se al tramonto). 

Altra cosa decisamente no è fare la colazione al Caio. Cosa che obbliga coloro che soggiornano al podere Ponticello (praticamente quasi tutti) a farsi tutte le mattine 5 km  di strada per raggiungere la sala colazione. Scomodo. Capisco che il Caio è il cuore della tenuta, ma non è proprio il massimo, in un contesto di relax come questo, costringere le persone a salire in macchina la mattina per fare colazione. Meglio sarebbe approntare, magari solo per l'estate, una zona colazione al podere Ponticello. Lo spazio c'è e se si sacrifica il servizio bar (utilizzando dei thermos con acqua calda, caffè, latte), si può ovviare egregiamente all'inconveniente dell'escursione motorizzata mattutina. 

In sintesi, la Tenuta di Corbara ha molte luci, alcune ombre per un soggiorno tutto sommato discreto in un luogo dalle grandi potenzialità. 
Diversi gli aspetti migliorabili, da ultimo il check out che è alle ore 10. Presto considerando gli spostamenti che si devono fare.

Nessun commento: