___ I giapponesi sono tutti uguali, 1 ___

Sono affascinata dalle facce. Mi perdo tra le rughe, rubo i sorrisi, sono a caccia di sguardi.

 A Sweet Japanese Lady
by Danake Carlsson

Con questo post inauguro il tag Giappone Ritratti. Tre foto, quelle che mi colpiscono di più tra tante.

Le foto che farei se fossi capace. Da Flickr.com

°Come un pesce°

Muta sono, e pure in apnea in questa fine di febbraio


Spero di riemergere presto, non pancia all'aria, mi auguro.

§ Plastique, urban jewerly §

Nell'inesauribile scrigno di Etsy ho scoperto PLASTIQUE, designer di Los Angeles che usa l'acrilico per creazioni ispirate ad arredi e skyline urbani.  Silhouette di Sydney, Londra, Parigi  per le collane, tocchi grafici per gli orecchini leggeri, divertenti anelli bidimensionali.
Plastique, la plastica chic.

°Gramsci e la canzone italiana°

Ho cambiato canale e sono atterrata su Rrrrai 1. Trasmettono ancora il Festival (sono le 23.30, è  presto) Tricarico è vestito con una tovaglia e canta un cavallo di battaglia degli anni ottanta e della canzone sanremese:  ITALIANO VERO di Toto Totugno, Cotugno, scusate. Riarrangiamento meno becero dell'originale. Quasi, quasi me piace. Poi vedo il coro dietro, ragazzi e ragazze, faccie colorate, accenti vari, il bengalese romano, il marocchino partenopeo, il cinese di Prato (strano). Per i centocinquantanni dell'Unità siamo tutti belli bravi buoni e italiani, cinesi e hijab compresi. 
A finti, nun ce crede nessuno.
Non è finita,  adesso sul palco dell'Ariston campeggia una gigantografia rosso fuoco di Antonio Gramsci, mentre due voci recitano con voce e sguardo da occasione  l'importanza dell'indignazione.  Ma che cazzo, mo' pure Gramsci a Sanremo! La mia di indignazione  la affido a Piero Ciampi, caro Sanremo te dedico un bell'ADIUS e ari-cambio canale.

Ristoranti Giapponesi a Roma: Take Sushi

Premessa. Il ristorante Take Sushi (da leggersi ta-kè, bambu in giapponese) non è un ristorante giapponese, ma un ristorante gestito da cinesi con un bancone sushi e due sushiman giapponesi. Si trova a Viale Trastevere, proprio a ridosso di Piazza Sydney Sonnino.

Da fuori è un ristorante smaccatamente cinese travestito da giapponese: lanterne rosse di carta, noren dozzinale. L'interno è altrettanto posticcio. Ambiente piuttosto angusto con finti shoji, brutte lampade e riproduzioni economiche di stampe giapponesi.
Fino a ieri la mia diffidenza e un giudizio basato sulle apparenze mi aveva sempre tenuto alla larga da Take Sushi. Ma l'averne sentito parlar bene in più di un'occasione e averne letto su Youkosoitalia mi ha spinto a provare.

Il servizio è molto veloce la varietà dei piatti buona. Piuttosto che la cucina, però consiglio di prendere il sushi che declinato nei vari  nigiri, temaki, uramaki, makimono è BUONO.  Il taglio è spesso, il sapore del pesce morbido, pieno, e il riso anche è ottimo.
Una sorpresa, Take Sushi ad un prezzo assolutamente nella media.

Viale Trastevere, 4
Roma
06 5810075

The House Of The Rising Sun

Una vera Japan dis-oriented song. La casa del sole nascente nella versione degli inglesi The Animals del 1964.
Un pezzo strepitoso che nulla ha che fare con il Giappone. :)
Enjoy

°Una mattina d'inverno°

Una passeggiata all'Orto Botanico di Roma e alle serre. Le grasse della Serra Corsini, dove c'è una bella collezione di succulente dai diversi continenti.
Foto e Collage di Neve*
 Poi una divagazione in collina, sulle pendici del monte Gianicolo nel giardino giapponese in manutenzione
Foto e Collage di Neve*
 Foglie di acero, aghi di pino e alcune chiome di alberi incendiate, nonostante la stagione.
Foto e Collage di Neve*
Almeno qui nell'orto sembra che la profilassi contro il temibile insetto del punteruolo rosso funzioni e che le centenarie palme siano tutte sane e salve. Non si può dire lo stesso per il resto della città o per il litorale (il borgo di Maccarese ad esempio), dove oramai è disastro.

Largo Cristina di Svezia, 24
00165 Roma
06 6864193

Neve* nelle lingue del mondo


  Ho aggiunto il  traduttore in 52 lingue! :)
  
Neu fina catalano Borë e hollë albanese Նիհար ձյուն  armeno Nazik qar azero Ince karturco Mehe elurra basco Тонкі снег  bielorusso Тонкий снег russo Тонкий сніг ucraino Тънък сняг bulgaroТанки снег serbo Tenký sneh slovacco Tanek sneg sloveno Vékony hó ungherese    cinese semplificato หิมะบาง thai   Mng tuyết  vietnamita 얇은 coreano  薄雪 giapponese Õhuke lumi estone Ohut lumi  finlandese Neige fine francese Neve fina  gallego - portoghese  Þunnur snjór   islandese Subţire de zăpadă rumeno  Eira tenau  gallese  Tynd sne danese Tynne snø  norvegese

Avanti Popolo?

C'è una mostra all'Acquario Romano, in una dimenticata piazza dietro la stazione Termini. E' la mostra dei 70 anni di storia del Partito Comunista italiano, il più grande partito comunista dell'europa occidentale.
Allestita all'interno dell'Acquario Romano (in realtà una costruzione dell' Italia Umbertina) oggi sede della Casa dell'Architettura, grazie alla fondazione Gramsci, all'istituto Cespe, e agli archivi del defunto partito comunista,  la mostra ripercorre non solo la sua storia dalla nascita a Livorno nel gennaio del 1921 alla svolta della Bolognina, ma inquadra la storia del Pci, grazie ad un approccio soprattutto multimediale, all'interno della storia d'Italia. Dagli anni della clandestinità al compromesso storico. Dalle amministrazioni locali alle Internazionali Socialiste.  Una storia straordinaria, un patrimonio di cultura politica, civile, umana, gettato alle ortiche.
Una mostra che se avete più di trentanni non potrà che essere, almeno in parte, nostalgica. 
Fino a domani, 6 febbraio a Piazza Amedeo Fanti, Roma. 

Foto e motaggio di Neve*.

° Japan Eco bag °


 
Di nuovo Aranzi Aronzo e lo zakka.
Ora che i sacchetti di plastica hanno i giorni contati è caccia aperta alle eco bag più carine. 
E quelle di Aranzi Aronzo lo sono davvero!

° Polli° Austrialian Design

From Polli site

Polli disegna e vende gioielleria (soprattutto orecchini) che mi piace molto, e adesso che applica su  una selezione lo sconto del 70% direi che è irresistibile.  Made in Australia.  C'è da aspettare un po',  soprattutto con la spedizione standard,  ma ne vale la pena.

from Polli site