Kokeshi dal Giappone: Togatta

La regione del Nord est del Giappone, il Tohoku, regione ricca di montagne e sorgenti termali è la culla delle bambole Kokeshi. Ce ne sono di molte tipi. Le possiamo dividere in tradizionali e moderne. Le tradizionali si distinguono principalmente in undici tipi diversi a seconda della regione, della valle, della città di origine e soprattutto del tipo di lavorazione al tornio. Le kokeshi del versante Pacifico sono lavorate al tornio verticale, quelle del mar del Giappone al tornio di lato. Le bambole kokeshi di tipo tradizionale vengono raggruppate a seconda delle zona di provenienza  in undici tipi e stili: Tsuchiyu, Togatta, Yajiro, Naruko, Sakunami, Yamagata, Kijiyama, Nanbu, Tsugaru, Zao-takayu, e Hijoro. 

 
La Kokeshi Togatta è originaria di Togatta, un sobborgo nella città termale di Zao, ai piedi del monte Zao, famosa per le acque e per essere una stazione invernale. Zao si trova vicino la città di Sendai nella prefettura di Miyagi.
La caratteristica principale dello stile Togatta è una testa grande, molto più grande rispetto al corpo che è cilindrico e stretto. Questa particolarità rende la Togatta molto instabile. Gli occhi sono particolarmente allungati, il naso è rovesciato, la bocca piccola. La testa è sempre dipinta di linee radiali rosse che partono dalla fronte e scendono lungo le guance. Queste rappresenterebbero l'acconciatura delle Geishe di Kyoto.  Le decorazioni del kimono generalmente sono sgargianti e con motivi floreali



In Giappone ci sono più di cento imprese specializzate nella produzione di bambole kokeshi, 18 sono i Maestri artigiani riconosciuti dal governo giapponese che ogni anno in occasione di particolari manifestazioni vengono premiati per  le creazioni più riuscite. 


Nessun commento: