___ Er pupo è ito a scola ___

C'era un libro su Testaccio oggi alla Feltrinelli, di quelli belli, con le foto d'epoca der monte dei cocci,  de li regazzini vestiti de carnevale tra li lotti, de le case fatte dall'architetti. E c'era pure 'na poesia, che quanno l'ho letta ho pensato che dovevo portammela via.
L'ha pensata Augusto Terenzi, che nun conosco, ma nun fa niente.
E' na' poesia che sa d'artri tempi, è bella Augu', complimenti.

Er pupo è ito a scola
 
E' ito a scola er pisellone bello:
l'avevi da vede' quanno ch'è entrato!
Stava cusì, tutto mortificato
daje a guardasse intorno, poverello!
La maestra j'ha chiesto er canestrello;
Lui l'ha guardata e dopo je l'ha dato,
ma ar vede che toccava er pizzutello:
"e' mia bo-bbona, è mia",
lui j'ha strillato.

Augusto Terenzi

Nessun commento: