British Commercial, WOW

Continuo con  gli  U A O  e mi chiedo
Ma perchè i pubblicitari italiani non vanno a studiare a Londra?
Magari archivierebbero il linguaggio stantio che usano per non osare mai, non stupire, non divertire, non inventare. Magari metterebbero nel cassetto tutta quella bella gente, belle vite, belle case, bei bambini, bei cani, belle tette su trampoli per piazzare solo una latta di biscotti.

E invece in Italia continuano con la coppie come
Titti e Tutti, Pisio e Risio, De Fica e Tisia, Fonolis e Parenti da decenni in tivvù.
Mai che c'avessero un'idea.
Pubblicitari fateve un giro, magari all'estero, anzi no, prima guardate cosa trasmettono nel Regno Unito in questi giorni. Uno spot meglio dell'altro.
Il primo pubblicizza frullati di frutta, il secondo una compagnia aerea.
Dico frullati di frutta, e guardate che hanno tirato fuori. La mantellina rossa!
Sarebbe stato facile mettere dei ragazzini nel primo e delle poltrone reclinate sul secondo.
E invece no. Ci hanno messo molto di più, l'ironia per esempio.

  Enjoy.

  FRUITS AH AH AH SAVER OF THE UNIVERSE (Musica dei Queen)
Here to save the Peckish (qui per salvarci dal languore) Girato a Londra.


E questo della compagnia? Il volo aereo diventa spettacolo,  film, anzi un musical frizzante, avvolgente, scintillante da godersi tra nuvole e bollicine effervescenti.  E anche se pure qui gonne e tacchi a spillo non mancano, non c'è la pura esibizione, e chi vola si gode lo spettacolo, proprio un bello spettacolo, dai piloti  al balletto delle hostess, e il perchè lo dice la canzone  It's a new day, it's a new life and I'm feeling good. Una pubblicità che fa centro. Enjoy.



Agenzia - Rainey Kelly Campbell Roalfe Y&R

E provate a dire che non sono COOOOOOL questi spot.

Stessa compagnia, spot per i suoi 25 anni. Nella Londra tatcheriana anni ottanta,  al suono di Relax dei Frank Goes to Hollywood, il personale Virgin irrompe e sconvolge il tran tran dell'aeroporto. Sotto lo sguardo allibito, divertito e decisamente estasiato di famiglie, punk e yuppies qualcuno dichiara che dovrebbe cambiar lavoro, mentre qualcun altro, molto più prosaicamente risponde che lui si accontenterebbe di cambiare biglietto. Supercentro. Ari- enjoy.


3 commenti:

Fabrizio Guerrini ha detto...

Bellissimi spot !!
E sono daccordissimo con te quando dici che i nostri 'pubblicitari' riscaldano sempre la solita minestra: forse anche perche' moltissime persone di valore, con idee e progetti, sono costretti a lavori ben distanti dalle loro capacita', mentre i posti 'in' vengono distribuiti non certo in base ai meriti ??
Io penso proprio di si, altrimenti non si capirebbe come mai moltissimi 'geni' di casa nostra, in tutti i campi, per poter finalmente essere liberi di esprimersi, devono prender su ed andare in altri paesi.
Ma daltronde, qua basta che ci sia il Grande Fardello, il calcio, e qualche culo in tv, e sono tutti contenti.... che schifo... -_-'

neve* ha detto...

@Fabrizio, paese ingessato il nostro, purtroppo, anche se credo che ora moltissimi nodi stiano venendo al pettine. E tu hai mai pensato di andare su?

パオロ ha detto...

Molto belli... ne rubo un paio ;)!