Sardegna appunti: Contra de sa prepotentzia Procurad 'e moderare


Testo scritto nel 1794 in Sardo Logudorese da Francesco Ignazio Mannu contro la tirannia dei feudatari nell'isola.
Pubblicato in maniera clandestina in Corsica a fine settecento, è un potente canto di protesta, un manifesto politico e per molti è il vero inno sardo. L'anima di un popolo. 
Buon Ascolto.

Procurad'e moderare

Procurad'e moderare
Barones, sa tirannia
Chi si no, pro vida mia,
Torrades a pés in terra
Decrarada est giaj sa gherra
Contra de sa prepotentzia
Incomintzat sa passentzia
In su pobulu a mancare
Mirade ch'est pesende
Contra de bois su fogu
Mirade chi no est giogu
Chi sa cosa andat 'e veras
Mirade chi sas aeras
Minetan su temporale
Zente cunsizzada male
Iscurtade sa 'oghe mia
Custa, populos, est s'ora
D'estirpare sos abusos
A terra sos malos usos
A terra su dispotismu
Gherra, gherra a s'egoismu
E gherra a sos oppressores
Custos tirannos minores
Est pretzisu umiliare

2 commenti:

パオロ ha detto...

Ciao Ape!! Come va?
Molto bello il nuovo aspetto del tuo blog!!^^

Interessante post.. La Sardegna è un posto affascinante. Mi intriga la sua cultura millenaria e fin da quando ero un ragazzino che subisco il fascino della sua "unicità".. più volte mi sono interessato alle correnti irredentiste sarde.

A presto!

Ape*chan ha detto...

Ciao Paolo, grazie, sono contenta ti piaccia il nuovo look del blog. Come avrai capito non riesco a stare sempre con lo stessa veste grafica, purtroppo non ci capisco molto di linguaggio html perciò mi accontento di quello che riesco a fare e ogni tanto combino anche guai.... Per ora mi posso ritenere soddisfatta, almeno per un po'.

Sulla Sardegna che dire, è così bella, così antica, anch'io subisco la tua stessa fascinazione e nel blog si vede ;)