Sardegna appunti: La sentinella del Marghine

Foto di Neve*
Appena fuori l'abitato di Macomer, a guardia della pianura di Abbasanta c'è uno dei Nuraghi più impressionanti mai incontrati, il nuraghe di Santa Barbara chiamato così perchè sorge vicino alla diroccata, ma così diroccata che non me ne sono proprio accorta, chiesa medievale di Santa Barbara.
Vi si accede dalla superstrada 131 dopo un agevole sentiero che si arrampica sulla collina accompagnati da muretti a secco foderati di muschio, finocchiella selvatica e in questa strana primavera anche di peonie sarde in fiore. 
La visita è libera anche se potrebbe essere guidata poichè sul cancelletto che delimita l'aerea archeologica si trova l'avviso di una cooperativa che su richiesta organizza visite guidate e declina ogni responsabilità per piedi messi in fallo dentro o sopra il nuraghe. Peccato che il cartello anzichè essere messo all'inizio del sentiero (dove poteva essere di qualche utilità) è posizionato alla fine.

Periodo di costruzione mille anni avanti cristo. Altezza della torre 15 metri. L'interno è buio, meglio portarsi una torcia.
Foto di Neve*
Il nuraghe da un'altra prospettiva. Possente.
Foto di Neve*
Silhouette del Nuraghe a Macomer qualche giorno fa, con il maestrale in arrivo.

4 commenti:

パオロ ha detto...

bellissime foto...^^

Anonimo ha detto...

Forse non sai che l'area è gestita e l'ingresso non è libero.....forse è meglio informarsi bene prima di pubblicare notizie non esatte.

Infatti chi è entrato ha potuto visitare il nuraghe perchè pulito e ben visibile e non nascosto dalla vegeetazione e dai rovi!!!!!

Un applauso a chi si occupa di aree archeologiche o monumenti con poche risorse!!!!!!

neve* ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
neve* ha detto...

Caro (si fa per dire) anonimo, non sai forse leggere? Nel post ho scritto che ho trovato a guardia del nuraghe e non all'inizio della stradina dove sarebbe forse servito un tantino di più un bel cancelletto con su un cartello. Su di esso c'era il nome di una cooperativa che a richiesta organizzava visite. A richiesta. La stessa cooperativa declinava ogni responsabilità per chi avesse visitato l'area senza guida. Il cancelletto era aperto, giorno feriale, non un'anima in giro. Sono entrata. Sarà anche gestita l'area, come sottolinei in maniera simpatica tu, secondo me però è gestita MALE. Adiosu.