Oltre il canale, volare




Ci sono un paio di posti tra Fiumicino e Focene dove andare a godersi lo spettacolo degli aerei atterrare. Uno a nord e un altro a sud della pista in un perimetro di strade dai nomi strani e marinari: Via Coccia di Morto, via delle Vongole, Via delle Patelle.
Dopotutto il mare è a due passi. Se ne sente l'odore. E quando sei su un aereo, decolli e guardi giù, ecco che vedi subito la città di Fiumicino, il Tevere, la sua foce, la spiaggia e poi a perdita d'occhio il lattiginoso blu del mare.

Oggi c'era vento da sud ovest, libeccio, e perciò il posto migliore per guardare gli aerei prima lampeggiare lontani, abbassarsi, barcollare un po' e poi atterrare era a nord della pista di Fiumicino.
Ero sola ad aspettare, insieme ad un'altra macchina. Forse perchè è giovedì o forse perchè è ora di pranzo o forse perchè guardare gli aerei atterrare è un passatempo antico e un po' dimenticato.

Per me è puro divertimento. Un gioco che ho imparato da piccola. Al quale papà mi ha introdotto nei lunghi pomeriggi d'estate e che mi ha insegnato l'attesa, la pazienza,  l'immaginazione.

Gli occhi a frugare l'orizzonte con impazienza, a sbuffare fino a vedere comparire lontano un luccichio, guardare con ansia e stupore il puntino avvicinarsi ed ingrandirsi, spalancare occhi e bocca finchè  una mano provava a toccare il cielo e l'aereo ti investiva con luce e fragore.

Cercare gli aerei all'orizzonte mi faceva pensare a rotte e paesi lontani. 
Il nord ad esempio, o magari solo quello che c'èra oltre il canale.

Giovedì ho giocato di nuovo, ed era tanto che non giocavo così. Sono stata più di due ore a frugare tra le foglie degli alberi alla ricerca di fari in avvicinamento. 
Con un certo disappunto perchè il traffico era scarso. Ma poi sono riuscita lo stesso a fare qualche foto.
Non come avrei voluto. I boeing sono stati più veloci di me.






2 commenti:

MilleOrienti ha detto...

Buon volo, Ape-chan.
:-)
Marco/MilleOrienti

Ape*chan ha detto...

Grazie Marco della visita.
Ciao