Tre vele a Tor Tre Teste

Ci sono tre vele a Tor Tre Teste, il quartiere di Roma est incastrato tra il Raccordo Anulare, la Casilina e la Prenestina.


Non credevo che le chiese contemporanee costruite in cemento armato, acciaio e vetro potessero essere così belle. A Roma ci sono degli esempi inguardabili di chiese moderne. Mostruosità incistate in tessuti degradati per un gusto dell'orrido incomprensibile. Chiese che anzichè accogliere respingono, strutture aguzze che invece di placare agitano.
Invece qui no, tre vele candide si alzano gonfie verso il cielo di Roma anche senza ponentino.
E' la Chiesa Dives in Misericordia, di Richard Meier, costruita per il Giubileo del 2000 (iniziata nel 1998 e inaugurata nel 2003).
A Roma in via Tovaglieri.


Cliccate sulla foto, ingrandite e respirate.
Posted by Picasa

Mercatino Bazar Scuola Giapponese di Roma Edizione 2009


Ve lo siete perso? Z a n n e n !!!!! Peccato.
Lo sapete che con i giapponesi bisogna cogliere l'attimo. Era tanto tempo che stavo dietro al bazar, ma per anni l'ho sempre lisciato, venivo a sapere la data esattamente una settimana dopo che c'era stato! E sappiate che c'è una sola volta l'anno.

E' un evento per introdotti e se non siete nel giro giusto non ne verrete mai a conoscenza!
Quest'anno però grazie al tempestivo post di Paolo sul suo blog DOMU, l'ho saputo prima e per non dimenticarlo ho puntato la sveglia sul telefonino.
Solo che ovviamente non sapevo che ci sarebbe stato il DELIRIO.
Folle affamate si aggiravano fameliche tra gli stand gastronomici.
File ovunque. Per il curry rice 30 minuti, yakitori esauriti, yakisoba altri 20 minuti. Mi so' buttata perciò sul già pronto: dorayaki, frankfurter, sushi e onigiri.
Ho firmato la petizione per la Jal e mi sono sorbita tutta l'estrazione della lotteria nella speranza di vincere i 25 chili di riso oppure la macchina che lo cuoce. Indovinate un po?
Doppio Zannen. Riprovo il prossimo anno.
Sotto un po' di foto fresche di giornata.

Noryoku Shiken, il test per il test

Foto sfocata di Neve*
Il 6 dicembre ci sarà l'esame del Noryoku Shiken e ho deciso che lo faccio. Secondo livello, che il terzo è troppo facile, ma temo che il secondo sia troppo difficile.
L'istituto di cultura ha organizzato un corso di preparazione all'esame.
Otto lezioni da domani. Faccio anche questo ho pensato, così mi costringo a studiare quei sette ottocento ideogrammi che mi mancano per arrivare a meta (...na cazzata).
Ma mi sono detta che ce la posso fare.
Pensavo che bastasse iscriversi per frequentare il corso di preparazione all'esame. E invece no. Ti pre-iscrivi e poi fai un test di ammissione. Il test per poter fare il corso per superare il test. 
Vabbè che sarà, vorranno solo accertarsi che tu sappia che so' la differenza tra un kana e un kanji, una formalità:diecipagineditest-incinquantacinqueminutidi-tempo!
Praticamente uno-stralcio-dell'-esame. Proprioumanistigiapponesi. Sti benedetti ideogrammi li studio, con calma però no tutti insieme!!!! Ma ormai ero lì e mi sono sottoposta alla tortura.
So' uscita svuotata, stremata, piegata dalla consapevolezza che le risposte della pagina 5 (il dokkaibun, la  lettura) le ho date come si dice in giapponese a cazzo di cane, avendo capito si e no, più no che si, quindi no, il diecipercento degli ideogrammi.
Ma a dispetto del dokkaibun, o forse grazie a questo, sono stata ammessa. Ammetto di essere rimasta sorpresa e pure compiaciuta.
Me tocca studia'.

Musician, Please Take Heed - God help the Girl

God Help the Girl" è nato da un progetto di Stuart Murdoch, musicista scozzese di rock indie. Uno dei miei pezzi preferiti dell'album (uscito a fine giugno) è proprio questo "Musician Please take heed" (Musicista per favore ascolta) cantato da Catherine Ireton. In questi giorni non riesco a farmela uscire dalla testa, nuovo tormentone.Il sito God Help The Girl.

E n j o y 
I'm all alone, this is a holiday
Some bloody holiday
My friends have gone away
They're of the temporary sort, I think I will be better without
As long as you let me out
To taste the air beside the river
I pick the soundtrack with immaculate care
Such a lot rests upon it
My life upon a song
You don't know how much I need
Musician, please take heed
I thought I might just write a letter
Anything to stay away
From books and lessons today
Besides it's part of my induction
Into the literate world
I am a literate girl
I string the words together softly
I lay my love upon you with each line
A gift of improvising
Removes me from revising
I made a daisy chain from
Phrase, verse, and punctuation
I'll kick this mood off with a change of scene
I bought a leotard and go to the gym
I couldn't get away with wearing in my sweater
But I lost a lot of weight
I think it's down to leaving meat out of my diet as a rule
I won't buy it 'cause it's cruel
And if the nighttime threatens me with pain
I will give in to lust
I will do what I must
I've got a number of a girl
I know Who gets hallucinogens from a pair of hooligans
I'll take a dose, I don't mind trying
She lets me stay there while I leave the ground?
I slow go off beside her
Think that I'll stay til morning
She's got me started yawning...