Asparagi su Carasau

Foto di Neve*
Tornata dalla Sardegna con addosso l'impronta di un ardente sole sardo di fine maggio, ho pensato una sera a questo piatto, profumato e sostanzioso, usando gli ingredienti saccheggiati nel Golfo di Orosei: 
Asparagi su pane Carasau.

Cosa serve:
  • Un disco di pane Carasau spezzato in due o tre . Ho usato il pane di Dorgali, del Panificio Rosa Sagheddu. La cosa importante è lo spessore del pane carasau che deve essere finissssssimo, per esempio quello che si trova a Roma, è inadatto perchè troppo alto, poco croccante e di tutt'altro sapore.
  • Asparagi
  • Formaggio pecorino tipo Fiore Sardo, (ma qui potete sbizzarrirvi secondo il vostro gusto, dalla caciotta al taleggio). Io ho usato Montes, del Caseificio di Dorgali.
  • Olio extra vergine, sale, pepe.
Come si fa:
  • Bagnare i pezzi di pane carasau e adagiarli su una teglia da forno (il pane bagnato così non rischierà di bruciare). Mettere sui pezzi di pane sovrapposto gli asparagi già lessati e salati. Completare con una fetta di formaggio e spolverare con pepe nero macinato fresco e un goccio di olio. Infornare a 180°e lasciare giusto il tempo che il formaggio si sciolga e che il pane bagnato si asciughi e si sbruciacchi dove non a contatto con il formaggio e gli asparagi. Risultato: ditemelo voi. Se volete esagerare aggiungete prima di addentare, del pecorino o parmigiano secondo gusto.

Si farebbe prima ad arrivare in Giappone


Stasera si esibiscono i Kodo :) Ho preso i biglietti più di un mese fa. C'è anche la finale della Champion League. Arriverò mai stasera all'Auditorium? Tifate per me.

Buon compleanno Rai-mondo!

Qualche giorno fa, il 7 di maggio, è stato il compleanno di Raimondo Vianello. 
La sigla di TANTE SCUSE varietà del 1976 era questa.  Il finale cambiava ad ogni puntata ma il risulato era sempre lo stesso. Mi ricordo che aspettavo con ansia la sigla della  puntata per vedere che cosa aveva escogitato Raimondo per sfuggire all'amore soffocante della Mondaini. La più bella era quella di Sandra che invece di abbracciare Raimondo finisce contro un albero, ma non sono riuscita a trovarla su you tube.
Un po' di sana cattiveria nella palude dei buoni sentimenti della tivvù di oggi. Indimenticabile.

La sigla è cantata dai Ricchi e Poveri (Coriandoli su di noi).

Tanti Auguri Raimondo

La colza, il broccoletto franzoso


Conversazione intercettata in aereo pochi minuti prima dell'atterraggio su Parigi:

- Ahò a Silvà guarda là.....
- Belllooooooooooo tutti fiori colorati...
- Ah Silvà che dici, che sarà tutto 'sto giallo, guarda quanto...
- Mah! Sarà un tipo de quarche cortivazione francese
- E che po' esse....Tutti sti fiorellini gialli,.... ah! ho capito Silvà ecco che so',
so' BROCCOLETTI....
- E che i broccoletti so' pure francesi?
- E certo Silvà che ce l'hanno pure qua li broccoletti...
...più grossi però !


Chapeau pour les Comediens!