Er Fontanone

E' l'acqua der fontanone ad avemme ispirato
Foto di Neve*
Er Fontanone

Er fontanone tant'acqua sputa fori
Lo scroscio me rinfresca
La luce me stranisce 

Qui tra le fronne der giardino
ce soffia er ponentino.
Nun sarà forse la bora
ma pe' un momento all'afa più nun penso.

T'affacci poi alla terrazza
e tra scrosci e lampi
co' la faccia da fregnone me domanni:
ahò ma ndo' sta er Cupolone?
 
Neve* 16 agosto 2009



2 commenti:

Annoiaterrima ha detto...

Adoro i versi in romano, questi sono davvero belli!

Ape*chan ha detto...

Grazie, è stato il caldo di ferragosto.