E t s y


Oggi tornando a casa, ho trovato due pacchetti ad aspettarmi. Non so voi, ma fin da piccola ho amato la cassetta delle posta: aprirla e pensare di trovare lettere e cartoline, soprattutto se venivano da molto lontano mi dava una gioia immensa , mi cambiava la giornata colorandola di esotico.
Le mie preferite erano le lettere con il bordo tratteggiato rosso-blu che avevano su scritto "par avion". Per queste impazzivo proprio. Pensare a tutta la strada che avevano fatto quei pezzetti di albero, ai giorni e alle notti passate, alle mani e alle vite che avevano sfiorato, ai cieli blu o alle pianure gelate che avevano attraversato, ai kilometri consumati lentamente per raggiungermi, mi dava una tale soddisfazione che aspettavo impaziente tutti i giorni.
Ad ogni lettera ricevuta, il viaggio che questa aveva fatto, o almeno quello che io pensavo avesse fatto, diventava il mio. La busta stessa era importante, il francobollo, la calligrafia, e soprattutto i timbri postali, che ho sempre trovato bellissimi. Con il tempo le cose non sono cambiate molto.
Oggi ho ricevuto due spille in feltro che ho acquistato su un sito che mi piace particolarmente e che si chiama etsy.com e dove ogni tanto mi faccio un giro. E' un sito dove si comprano e si vendono soprattutto oggetti fatti a mano, dalla spilla al quadro. Una mercatino mondiale, dove i venditori, dalla groenlandia al cile, mettono in vendita cose originali, molte veramente belle. Se siete alla ricerca di cose particolari, uniche, nel vero senso della parola, belle e anche a buon prezzo, considerando che sono artigianali, allora visitate il sito, e rimarrete entusiasti come me.
Si acquista dopo essersi registrati, e normalmente per gli oggetti che si trovano all'estero (moltissimi negozi si trovano in usa e canada) si paga con carta o paypal. Gli oggetti sono migliaia e non è facile orientarsi al principio, ma se amate lo shopping virtuale come me, armatevi di carta di credito che il divertimento e la soddisfazione saranno assicurate. Attenzione, perchè con etsy.com si rischia la dipendenza assoluta!

Nessun commento: